FriuliADD | Anti Digital Divide

Archivio di FriuliADD

 

FriuliADD è stato un movimento autonomo, legato all’esperienza dell’Associazione Anti Digital Divide di cui ero Responsabile Regionale per il Friuli Venezia Giulia. Dopo aver contribuito a portare la banda larga nella pedemontana pordenonese, mettendo in comunicazione soggetti pubblici e privati con “consulenze incrociate”, FriuliADD è stato il tentativo di esportare quel modello operativo in altre zone della regione. È stata l’esperienza che ha dato il via a tutto: progetti in tutta italia, conferenze, competenze e riconoscimenti nazionali ed europei.

Ancora oggi molto di ciò che faccio come Digital Life Coach per Aziende e P.A, e come Young Advisor della Commissione Europea deriva direttamente da quanto è maturato in quegli anni. Ci vediamo sul mio sito. Qui sotto trovate l’archivio dei post di FriuliADD, di cui prima o poi ricurerò la formattazione.

A presto,

Federico

 

 

 

Friuli Digital Freedom

Progetto per la Banda Larga


Scopri come FriuliADD porta la Banda Larga nelle zone scoperte o segnalaci una zona non raggiunta dal servizio


Segui il nostro Blog!

I successi del nostro movimento


Le ultime news, i racconti e i progetti direttamente dai nostri FriuliADDicters sul territorio regionale!

 

Proliferazione Wi-Fi

Per gli hotspots Wi-Fi anche in Fvg!

Proliferazione wireless!

Partendo da Udine, scopri l’ultimo progetto per portare internet gratuito wireless nelle piazze della Regione!


AntiDigitalDivide all’ExpoComm 2011 di Roma

Mar 28, 2011
Nessun commento
EXPO COMM ITALIA ritorna a Roma il 30-31 Marzo 2011 proponendosi come piattaforma di incontro e confronto per l’intera area del Mediterraneo. Anti Digital Divide parteciperà in qualità di patrocinante dell'evento e con uno speaking sul tema: "Promozione delle tecnologie wireless, rapporti con Imprese e Pubblica Amministrazione: obiettivi raggiunti nel 2010 e prospettive future" nell'ambito della sessione: “Wireless Technologies & Solutions”, in programmazione il 31 Marzo mattina (orario 10.30 – 13.00; Sala MAROCCO – edificio SC4) Anti Digital Divide da sempre promuove e agevola l'interazione tra gli Utenti, forza fruitrice dei servizi, e le Imprese fornitrici rendendo partecipe la Pubblica Amministrazione nei progetti che realizza. Riconoscendo nelle tecnologie wireless una immediata soluzione al digital divide e non solo un complemento infrastrutturale; nel 2010 ha attuato una mediazione tra domanda ed offerta nella Provincia di Pordenone (Friuli- Venezia Giulia) che ha portato alla fornitura di connettività in aree affette da digital divide, realizzando altresì un modello territoriale applicabile su scala regionale, coinvolgendo gruppi di cittadini ed utenti sensibili a tali problematiche nonché Imprese del territorio.

L’innovazione è giovane, ma giovane davvero. [aggiornato]

Mar 19, 2011
Nessun commento
Che cos’è l’innovazione. L’innovazione secondo me è energia rinnovabile, è quella passione per il futuro che mi fa dire “viva tutto” quando gli altri intorno a noi dicono “abbasso tutto”. L’innovazione non è lamentarsi, e non è nemmeno soltanto indignarsi, l’innovazione vuol dire connettersi, energizzarsi, mobilitarsi e sopratutto industriarsi. L’innovazione è giovane, per questo secondo me innovazione è Rita Levi-Montalcini, che a 100 anni tutte le mattine andava in laboratorio per fare ricerche con i suoi ragazzi, e l’anno scorso a 101 anni mi diceva “io credo nel futuro perché credo nel capitale umano di questo paese”. L’innovazione è giovane, per questo secondo me innovazione è Federico Morello, che a 13 anni ha scritto una lettera al suo sindaco nel friuli e gli ha detto soltanto, “caro sindaco io voglio internet”, e nove lettere dopo quel paesino ha avuto internet. L’innovazione non è un ministro dell’innovazione che dice che non dobbiamo investire su internet perchè tanto gli italiano non la usano. L’innovazione è dire “sveglia italia”, non ci serve il ponte sullo stretto, ci serve la banda larga. Innovazione è portare in Italia Phelps e portarlo alla camera dei deputati per fargli dire davanti a tutti che chi si oppone al futuro in questo paese fa la fine dei dinosauri. L’innovazione è festeggiare la fine del decreto Pisanu accendendo uno spot in ogni piazza italiana e vedere che effetto fa, vedere che è facile, economica e prenderci gusto e portarlo in 150 piazze italiane, L’innovazione non è paragonare Facebook al terrorismo ma un premio nobel per la pace che dice Internet è un dono di Dio. L’innovazione è rendersi conto che Internet non è soltanto una roba da giovani, ma serve anche e sopratutto agli anziani, non solo perchè porta loro i servizi essenziali dentro casa, ma gli fa combattere il nemico più grande che hanno, la solitudine. L’innovazione è avere il coraggio di prendere il proprio talento e andarsene all’estero, perché non ci si vuole arrendere. Ma ci vuole il doppio del coraggio e il doppio del talento per restare qui, e provare a farcela qui. L’innovazione è voler creare una banca dell’innovazione, perchè 12 miliardi di fondi per l’innovazione devono essere al servizio del talento e dei giovani di questo paese. L’innovazione è Obama, che ci sprona così: “questo è il momento sputnik della nostra generazione”. Vuol dire che mai come in questo momento della nostra storia cambiare il mondo e farlo un posto migliore dipende solo da noi. Sarà questo il nostro sbarco sulla luna. L’innovazione è il rettore di Harvard che ai suoi studenti dice “non dovete venire qui per cercare un lavoro, dovete venire qui per crearvi un lavoro. L’innovazione è scienza e tecnologia, ma senza il cuore non servono a nulla. L’innovazione è stay hungry, stay foolish, la prima lezione di Steve Jobs, ma anche l’ultima lezione di Randy Pausch, “non smettete mai di seguire i sogni di quando eravate bambini”. E allora l’innovazione è continuare a sognare anche quando siamo grandi, l’innovazione è cercare i nuovi mille qui e adesso, non per offrire loro una chance, o almeno non solo, ma per dare una chance di futuro all’Italia. continua su: http://tech.fanpage.it/che-cose-linnovazione-per-riccardo-luna-direttore-di-wired-italia/#ixzz1HFq930Yd Fanpage Social Media ----------------------- Molte volte la gente mi contatta per chiedere cosa stiamo facendo. Colgo allora l'occasione per un mea culpa generale: so bene che il blog da mesi è caratterizzato dall'unica presenza degli articoli di rassegna come questo, ma tranquilli, non solo stiamo lavorando, ma stiamo lavorando per ritornare all'operatività pratica in modo ancor più dirompente di prima e con moltissime novità.

L’innovazione è giovane, ma giovane veramente.

Mar 19, 2011
Nessun commento
    ----------------------- Molte volte la gente mi contatta per chiedere cosa stiamo facendo. Colgo allora l'occasione per un mea culpa generale: so bene che il blog da mesi è caratterizzato dall'unica presenza degli articoli di rassegna come questo, ma tranquilli, non solo stiamo lavorando, ma stiamo lavorando per ritornare all'operatività pratica in modo ancor più dirompente di prima e con moltissime novità.  

Nordesteuropa.it parla del successo a Lestans di Sequals

Mar 8, 2011
Nessun commento
Nordesteuropa.it è una rivista mensile, luogo di dibattito politico-culturale sulla metropoli Nordest. Nata nel 2004, convoglia e mette in comunicazione il meglio della cultura industriale, politica, scientifica e finanziaria che gravita attorno alle problematiche di un’area del Paese, il Nordest, che stanco di frammentazioni e particolarismi, sente il bisogno di proiettarsi in un quadro europeo e mondiale. Di avere una classe dirigente forte che lo rappresenti; di non essere la «periferia dell’impero», ma un centro nevralgico che, a rete, investe di nuove idee economico, imprenditoriali e culturali l’Italia e l’Europa. Nell'ambito del dossier sulla Rete è stato trattato il successo riscosso a Sequals (per NG si intende il provider NGI n.d.r) Di seguito la pagina, cliccate per ingrandire.                                           Un'altro Federico non serve, ci siamo già tutti noi di FriuliADD! Articolo Completo

Oggi Morello alla Conferenza Insiel “Generazione Digitale”

Mar 1, 2011
Nessun commento
Oggi Federico Morello ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del Progetto Generazione Digitale di Insiel. Di seguito il comunicato e un video dell'evento. A breve aggiornamenti.   Insiel ha avviato, agli inizi di settembre, un progetto pilota per illustrare il dietro le quinte dell’informatica. Lo ha fatto coinvolgendo un unico studente [il nostro Federico n.d.r] in una tre giorni che gli ha permesso di acquisire molteplici conoscenze nell’ambito di nostra competenza che spazia dal digital divide fino alla carta servizi regionale. Oggi l’azienda vuole allargare il progetto, “Generazione digitale”, agli Istituti Scolastici (licei scientifici e istituti tecnici industriali e commerciali) dellaRegione Fvg . L’iniziativa, che coinvolge solo i migliori studenti delle classi quarte, ha il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia che ha giudicato il progetto positivamente alla luce delle ricadute che potrà avere sulle conoscenze informatiche degli studenti. Insiel ha come missione l’innovazione sul territorio e la capacità di innovare è una caratteristica che i giovani, ai quali l’azienda presta molta attenzione, dovrebbero coltivare. La società progetta, realizza e gestisce, infatti, sistemi informativi volti ad agevolare il lavoro e la qualità della vita dei cittadini e della pubblica amministrazione e punta a fare in modo che la tecnologia venga messa a disposizione di servizi utili alla collettività rendendo concreta e fruibile l’innovazione, in un mondo in continua trasformazione. In questa realtà in evoluzione, i giovani rappresentano una parte importante del nostro futuro. Per ulteriori informazioni: Ufficio Comunicazione Tel. 0432 557702 Email ufficio.comunicazione@insiel.it  

    About

    This is the deafult sidebar, add some widgets to change it.

  • Twitter feed loading...