wired

L’innovazione è giovane, ma giovane davvero. [aggiornato]

Mar 19, 2011
Nessun commento

Che cos’è l’innovazione.

L’innovazione secondo me è energia rinnovabile, è quella passione per il futuro che mi fa dire “viva tutto” quando gli altri intorno a noi dicono “abbasso tutto”.

L’innovazione non è lamentarsi, e non è nemmeno soltanto indignarsi, l’innovazione vuol dire connettersi, energizzarsi, mobilitarsi e sopratutto industriarsi.

L’innovazione è giovane, per questo secondo me innovazione è Rita Levi-Montalcini, che a 100 anni tutte le mattine andava in laboratorio per fare ricerche con i suoi ragazzi, e l’anno scorso a 101 anni mi diceva “io credo nel futuro perché credo nel capitale umano di questo paese”.

L’innovazione è giovane, per questo secondo me innovazione è Federico Morello, che a 13 anni ha scritto una lettera al suo sindaco nel friuli e gli ha detto soltanto, “caro sindaco io voglio internet”, e nove lettere dopo quel paesino ha avuto internet.

L’innovazione non è un ministro dell’innovazione che dice che non dobbiamo investire su internet perchè tanto gli italiano non la usano. L’innovazione è dire “sveglia italia”, non ci serve il ponte sullo stretto, ci serve la banda larga. Innovazione è portare in Italia Phelps e portarlo alla camera dei deputati per fargli dire davanti a tutti che chi si oppone al futuro in questo paese fa la fine dei dinosauri.

L’innovazione è festeggiare la fine del decreto Pisanu accendendo uno spot in ogni piazza italiana e vedere che effetto fa, vedere che è facile, economica e prenderci gusto e portarlo in 150 piazze italiane,

L’innovazione non è paragonare Facebook al terrorismo ma un premio nobel per la pace che dice Internet è un dono di Dio.

L’innovazione è rendersi conto che Internet non è soltanto una roba da giovani, ma serve anche e sopratutto agli anziani, non solo perchè porta loro i servizi essenziali dentro casa, ma gli fa combattere il nemico più grande che hanno, la solitudine.

L’innovazione è avere il coraggio di prendere il proprio talento e andarsene all’estero, perché non ci si vuole arrendere. Ma ci vuole il doppio del coraggio e il doppio del talento per restare qui, e provare a farcela qui.

L’innovazione è voler creare una banca dell’innovazione, perchè 12 miliardi di fondi per l’innovazione devono essere al servizio del talento e dei giovani di questo paese.

L’innovazione è Obama, che ci sprona così: “questo è il momento sputnik della nostra generazione”. Vuol dire che mai come in questo momento della nostra storia cambiare il mondo e farlo un posto migliore dipende solo da noi. Sarà questo il nostro sbarco sulla luna.

L’innovazione è il rettore di Harvard che ai suoi studenti dice “non dovete venire qui per cercare un lavoro, dovete venire qui per crearvi un lavoro.

L’innovazione è scienza e tecnologia, ma senza il cuore non servono a nulla. L’innovazione è stay hungry, stay foolish, la prima lezione di Steve Jobs, ma anche l’ultima lezione di Randy Pausch, “non smettete mai di seguire i sogni di quando eravate bambini”.

E allora l’innovazione è continuare a sognare anche quando siamo grandi, l’innovazione è cercare i nuovi mille qui e adesso, non per offrire loro una chance, o almeno non solo, ma per dare una chance di futuro all’Italia.

continua su: http://tech.fanpage.it/che-cose-linnovazione-per-riccardo-luna-direttore-di-wired-italia/#ixzz1HFq930Yd
Fanpage Social Media

———————–

Molte volte la gente mi contatta per chiedere cosa stiamo facendo. Colgo allora l’occasione per un mea culpa generale: so bene che il blog da mesi è caratterizzato dall’unica presenza degli articoli di rassegna come questo, ma tranquilli, non solo stiamo lavorando, ma stiamo lavorando per ritornare all’operatività pratica in modo ancor più dirompente di prima e con moltissime novità.

L’innovazione è giovane, ma giovane veramente.

Mar 19, 2011
Nessun commento

 

 

———————–

Molte volte la gente mi contatta per chiedere cosa stiamo facendo. Colgo allora l’occasione per un mea culpa generale: so bene che il blog da mesi è caratterizzato dall’unica presenza degli articoli di rassegna come questo, ma tranquilli, non solo stiamo lavorando, ma stiamo lavorando per ritornare all’operatività pratica in modo ancor più dirompente di prima e con moltissime novità.

 

Federico Morello ospite a Telepordenone

Dec 2, 2010
Nessun commento

Ecco il video dell’intervento di Federico Morello al telegiornale di Telepordenone di ieri sera ;) Buona visione

Federico Morello sul numero di Wired Italia di Dicembre!

Dec 1, 2010
Un commento

Correte in Edicola! ;) Quando mi hanno detto che sarei uscito su Wired sono rimasto quasi incredulo. Wired è una delle riviste più importanti del panorama italiano. Proponendo articoli di tecnologia, scienza e innovazione, la rivista è una recente novità (e rarità) nel nostro paese, ma in America ha modificato e raccontato il Web degli ultimi 15 anni.

«Attenzione, Wired non sarà un altro giornale di computer o di telefonini” – puntualizza il direttore – “ma sarà il magazine delle grandi idee che cambiano la nostra vita, e quindi parlerà anche di computer, web e telefoni, ma soprattutto di ambiente, salute, alimentazione, trasporti, scienza e business. Con una differenza fondamentale che fa di Wired qualcosa di unico nel panorama editoriale. Wired non parla di problemi ma di soluzioni, anzi di quelli che stanno cercando o hanno già trovato le soluzioni» Riccardo Luna, Direttore di Wired. 2008

FriuliADD e tutto ciò che vi ruota attorno erano un sogno nel cassetto fino a pochissimi mesi fa. Ora invece insieme abbiamo raggiunto già molti traguardi, e come già detto questa non è altro che una nuova tappa del cammino del movimento.

L’articolo parla sopratutto di come la Banda Larga è arrivata a Lestans, quindi del primo risultato di FriuliADD. Ecco un’anteprima, correte in edicola ;)

Comunicato: Giovane di Sequals esce in Edicola con Wired Italia

Dec 1, 2010
Nessun commento

Wired Italia, l’importantissima rivista d’innovazione, questo mese dedica la storia della campagna “Sveglia Italia” a Federico Morello.

Per me è un onore apparire su una rivista come wired. FriuliADD esiste da pochi mesi, ma siamo già arrivati a buonissimi punti. Questa nuova importante tappa non è altro che un’ulteriore conferma della riuscita del nostro lavoro. Continuate a seguirci e a segnalare i casi di digital divide regionali ;) !

    About

    This is the deafult sidebar, add some widgets to change it.

  • Twitter feed loading...